Storie di vincite alla lotteria: come impedire al tuo sogno milionario di diventare un incubo

Vincere alla lotteria: quante persone hanno in comune questo stesso sogno?

Basti pensare a tutte le volte in cui, parlando con amici o parenti, abbiamo iniziato a pianificare la nostra possibile vita da milionario: “Dunque, se vincessi alla lotteria, con quei soldi comprerei…”, continuando così a fare un elenco infinito di beni materiali da acquistare, progetti da realizzare, beneficenza e così via. Quante volte ti è già capitato? 

Ma il punto è: se accadesse sul serio, se veramente oggi fosse “quel” giorno, riusciresti a gestire il montepremi come dici? Si sa, i soldi possono farci cadere in tentazione… e non tutti i fortunati vincitori sono stati in grado di prendere scelte oculate. Nonostante ciò, vi sono stati anche casi di persone che hanno deciso di usare il loro jackpot, o parte di esso, per fare del bene, mostrando altruismo e un forte senso della collettività. 


3 storie a lieto fine


Iniziamo con 3 belle storie a lieto fine, che hanno per protagonisti vincitori della lotteria che hanno deciso di condividere un po’ della loro fortuna:


  1. Tom Crist: donò l'intero montepremi di $40 milioni in beneficenza
    Prese tutti di sorpresa, figli compresi, ma è quello che fece nel maggio del 2013 Tom Crist, il vincitore del jackpot del Lotto Max. Crist decise di usare l’intero premio da svariati milioni di dollari per finanziare una fondazione che lui stesso aveva creato in seguito alla scomparsa della moglie Janice, malata di cancro. Dopo essere stato presidente e CO di una compagnia elettrica per 44 anni, nel settembre del 2013 decise di andare in pensione. In seguito alla vincita, affermò che non aveva bisogno di quei 40 milioni di dollari e che sarebbe stato contento di poterli usare per una buona causa. "Voglio solo che questo possa andare avanti a lungo, per anni e anni, così che figli e nipoti possano continuare a finanziare questo fondo".

  2. Rachel Lapierre: costituì un ente di beneficenza dopo aver vinto uno stipendio settimanale di $1.000 per la durata di tutta la vita con la lotteria del Quebecois "Gagnant à vie"
    "Volevo fare qualcosa che amassi per il resto della mia vita. Volevo aiutare gli altri", queste furono le parole l'ex Miss Quebec. Dopo aver gestito la propria agenzia di modelle e aver lavorato come infermiera, Rachel Lapierre stava cercando un modo per seguire il suo idolo, Madre Teresa, e dedicare così la sua vita alla beneficenza. La sua occasione arrivò nel 2013, quando vinse una significativa somma di denaro. Lasciò così il suo lavoro da infermiera e creò la sua fondazione, Le Book Humanitaire. La sua organizzazione no-profit, ubicata a Saint-Jerome, a circa 60 km a nord-ovest di Montreal, utilizza i social media per mettere in contatto chi ha bisogno con altre persone che hanno la possibilità di fornire loro aiuto.

  3. Un uomo, che decise di restare nell’anonimato, donò più di due terzi della propria vincita da 72 milioni di euro a 10 enti di beneficenza
    Sembra incredibile, ma è quello che successe nel maggio del 2014: un uomo di nazionalità francese vinse più 72 milioni di euro (58,5 milioni di sterline) alla lotteria EuroMillions e decise di donare 50 milioni di euro in beneficenza. In quello che il tabloid Le Parisien definì un incredibile atto di generosità, il vincitore non identificato, proveniente dalla Haute-Garonne del sud-ovest della Francia, condivise la sua vincita con una decina di organizzazioni non governative che lavorano per conto delle persone meno fortunate. Francaise des Jeux (FDJ), l'organizzazione che gestisce la lotteria transnazionale in Francia, dichiarò che il vincitore chiese espressamente di rimanere anonimo, ma i media hanno comunque riferito si trattasse di un uomo single, sulla cinquantina e senza figli. "Ha un forte senso della solidarietà sociale e crede nella generosità", affermò un portavoce della FDJ.

storie di vincitori della lotteria


3 storie da incubo

Non tutti i vincitori della lotteria sono stati in grado di gestire la loro nuova fortuna; alcuni hanno compiuto gravi errori di valutazione arrivando persino a perdere tutto. Le 3 storie che seguiranno sono solo un esempio di quanto possa essere difficile a volte non farsi prendere la mano:


  1. Billie Bob Harrell Jr.: $31 milioni spariti in due anni
    Nel 1997 Billie Bob Harrell Jr. vinse $31 milioni con la lotteria Lotto Texas e non ha più dovuto riempire scaffali alla Home Depot. Harrell acquistò un ranch e comprò altre sei case per sé e per gli altri membri della famiglia. Inoltre, tutti ebbero una nuova auto, figli compresi. Fece anche grandi donazioni alla sua chiesa; se i membri della congregazione avevano bisogno di aiuto, Billie Bob c’era sempre ed era disposto ad aiutarli con i suoi soldi. Ma nel 1999, meno di due anni dopo la sua grande vincita, Harrell si chiuse in una camera da letto al piano superiore della sua elegante casa di Kingwood ed arrivò al punto di non ritorno. Al momento di ricostruire gli avvenimenti, gli investigatori dichiararono che Harrell si tolse i vestiti, premette la canna del fucile contro il petto e si sparò. Poco prima della sua morte, pare che avesse confidato a un consulente finanziario: "Vincere alla lotteria è la cosa peggiore che mi sia mai capitata".

  2. William "Bud" Post e la sua vittoria da incubo da $16,2 milioni
    William "Bud" Post vinse $16,2 milioni nel 1993 e cinque anni dopo dichiarò: "Tutti sognano di vincere grosse somme di denaro, ma nessuno si rende conto degli incubi che ne derivano, o dei problemi". Infatti, furono veramente degli anni sfortunati i suoi: il fratello provò ad ingaggiare qualcuno per uccidere lui e sua moglie, la padrona di casa lo costrinse a darle un terzo della sua vincita, fu condannato per aggressione per aver sparato con un fucile a un esattore delle tasse e per aver depositato assegni falsi. Infine, si ritrovò senza un soldo e fu costretto a dichiarare bancarotta. Quando Post morì per insufficienza respiratoria nel 2006, lasciò poco e niente alla sua settima moglie ed ai nove figli che aveva avuto con la sesta moglie.

  3. Callie Rogers: troppo giovane per vincere?
    Callie Rogers è probabilmente la più giovane vincitrice della lotteria: nel 2003, a soli 16 anni, vinse £ 1,9 milioni ($ 2,2 milioni). L’intera somma fu spesa in chirurgia estetica, droga e feste. Invece di darle la felicità, la sua ricchezza la fece sentire sola e vulnerabile tanto da tentare il suicidio tre volte. Ora, sposata e madre di tre figli, le sono rimasti solo £ 2.000 ($ 2.359) in banca, ma afferma di essere finalmente felice. Di questa sua esperienza afferma: "Ero troppo giovane per vincere alla lotteria - non penso che i sedicenni dovrebbero poter beneficiare di questo”.


La strada da percorrere


Ci sarebbero certamente molte altre storie da raccontare riguardo le vincite alla lotteria, ma fortunatamente ci sono anche persone che imparano a gestire bene la loro fortuna. 

In realtà è una questione di scelte: spendere tutti i tuoi soldi in un mese o chiamare un consulente che ti aiuti a prendere decisioni importanti. Molte persone non sono pronte ad affrontare l'idea di possedere improvvisamente una grande somma di denaro e non sanno come amministrarli. 


Quindi, perché non prepararsi un po’ prima di vincere il jackpot? Segui questi consigli pratici su cosa fare dopo aver vinto la lotteria, comprendi l'importanza di gestire la tua vincita, informati sulle tasse da pagare e presta attenzione a chi ti circonda, perché c'è sempre qualcuno che vorrebbe solo trarne vantaggi personali a tuo discapito. 

Ora che sai tutto questo, sei pronto per diventare un milionario e spendere i tuoi soldi con giudizio. 

Torna indietro