Adempimenti fiscali per i premi della lotteria

Immagina di aver appena scoperto di essere uno dei fortunati vincitori della lotteria; prima di pianificare come spendere i tuoi soldi però presta attenzione alle normative fiscali che riguardano i premi della lotteria in vigore nel tuo Paese.


Tassazione delle vincite della lotteria nei diversi Paesi


Nei vari Paesi, è consuetudine tassare un premio della lotteria a una determinata percentuale. A volte la tassazione è così alta che, pur avendo un jackpot di diverse centinaia di milioni, lo Stato riceverà una percentuale così importante che al fortunato vincitore rimarrà solo metà della somma (o anche meno). In altri Paesi, invece, accade l’opposto: determinate tassazioni non sono applicabili sui giochi a premi ed un vincitore riceve l'intero importo.


Se usi un intermediario che acquista biglietti della lotteria per tuo conto, pagherai le tasse in base al luogo di acquisto del biglietto. Se vinci ad una lotteria in un Paese in cui i premi sono tassati, di solito devi pagare l'imposta una volta sola. Tuttavia, è sempre importante verificare ed essere consapevoli se sei costretto a versare una percentuale anche al tuo Paese. Diamo un'occhiata alle norme fiscali vigenti nei diversi Paesi del mondo. 

Tassazione lotteria


Esenti da imposte

I residenti in Gran Bretagna, Francia, Austria, Belgio, Turchia, Australia, Finlandia, Bielorussia, Irlanda, Canada, Nuova Zelanda, Lettonia, Sud Africa e Ungheria ricevono l’intero valore vinto alla lotteria, in quanto in questi Paesi i cittadini sono esenti da tassazioni sulle vincite.


Aliquote applicabili sui premi fino ad un 20%

  • I giocatori in Polonia e Bulgaria pagano il 10% delle tasse allo Stato sulle vincite di qualsiasi valore.
  • I vincitori dall'Italia pagano il 12% (i premi devono superare i 500 euro perché possa essere applicata la tassazione).
  • In Danimarca, le vincite superiori a 200 corone sono tassate al 15%.
  • Dal 2013, il governo greco ha concordato nuove aliquote fiscali: le vincite alla lotteria fino a 100 euro non vengono tassate e da 101 a 500 euro l'imposta è del 15%.


20% e oltre

  • Se il premio nella lotteria spagnola è superiore a 10.000 euro, lo Stato richiede che i vincitori paghino una tassa del 20%.
  • Molto simile alla Spagna è la legislazione fiscale vigente in Portogallo: i residenti che vincono più di 5.000 euro pagano il 20% allo Stato.
  • In Colombia si applica una tassa del 20% se il premio supera le 48 Tax Value Units, che equivalgono a 1 591 488 pesos colombiani, circa 473,74 euro (nel 2018 una Value Unit è stata fissata a un ammontare di 33 156 pesos).
  • In Romania, la tassa della lotteria è del 25% per ogni premio.
  • Secondo le leggi fiscali dell'Ucraina, lo Stato deduce sempre il 30% dei premi ai vincitori.
  • In Olanda, da gennaio 2018, per i premi superiori a 499 euro, i vincitori devono pagare il 30,1% allo Stato. Tuttavia, la tassa non è applicabile quando un premio della lotteria è inferiore a 499 euro.
  • In Argentina, se vinci un premio della lotteria superiore a 1200 pesos argentini (circa 48 euro) devi pagare una tassa del 31%.


Condizioni speciali

  • Per quanto riguarda la situazione in Messico, deve essere pagata una somma pari all’1% della vincita come tasse federali, più una percentuale aggiuntiva che può variare da Stato a Stato: ad esempio a Città del Messico in aggiunta bisogna versare il 6% del premio per le tasse statali, il che significa che i giocatori devono pagare un totale del 7%, mentre a Zacatecas la tassa statale è dell'1,65%, quindi si parla di un totale del 2,65% da pagare in tasse.

  • Le lotterie negli Stati Uniti hanno i più grandi jackpot al mondo. E la tassazione delle vincite è piuttosto complicata. Secondo la legge statunitense, le vincite della lotteria sono considerate come un reddito aggiuntivo. Perciò quando si riceve un premio in denaro, il partecipante alla lotteria paga due tipi di tasse: la tassa federale sul reddito e la tassa statale, in base allo Stato di residenza del vincitore. In generale, le aliquote fiscali negli Stati Uniti oscillano dal 30% fino al 40% dell'importo del premio della lotteria. Quindi, quando si vince un jackpot multimilionario in una lotteria americana, il vincitore sarà costretto a pagare in tasse quasi metà dell'importo.

  • Le vincite della lotteria in Svizzera sono tassabili come un reddito. Tuttavia, solo le vincite superiori a 1000 franchi svizzeri devono essere dichiarate come reddito imponibile. Dopodiché, si applica una deduzione fiscale pari al 5% della vincita imponibile, fino ad un importo di 5000 franchi.

  • Anche in Russia le normative fiscali relative alle vincite della lotteria variano in funzione del Paese. Se vinci un premio, dovrai pagare il 13% in tasse. Ma questa aliquota è solo per coloro che vivono la maggior parte dell'anno in Russia, anche se non sono cittadini del Paese: è sufficiente infatti rimanere nel territorio per almeno 184 giorni all'anno. Invece, per coloro che rimangono in Russia meno di 184 giorni all'anno e non sono quindi considerati residenti, l'aliquota è del 30%. Inoltre, i cittadini russi che hanno pagato le tasse della lotteria nel Paese ospitante sono obbligati dalla legge russa a versare anche la percentuale delle tasse al proprio Paese


Non sai mai quando la fortuna giocherà a tuo favore, e forse un giorno sarai tu il nostro nuovo EuroMilionario! Ti consigliamo perciò di tenere sempre a mente come richiedere il premio della lotteria nel modo corretto e di essere a conoscenza delle normative fiscali del tuo Paese.

Torna indietro